Progetto

È importante sapere quali sono gli strumenti a disposizione di una cultura,

ma è molto più importante come tale cultura sceglie di usarli.

SMAILE è un progetto di ricerca diretto dal Politecnico di Torino in collaborazione con l'Università di Torino e la Royal Holloway di Londra.

Il progetto è risultato vincitore nell’ambito “Educazione e Formazione” del bando "Intelligenza Artificiale, Uomo e Società" promosso dalla Fondazione Compagnia di San Paolo.

Contesto

L'intelligenza artificiale (IA) sta diventando sempre più parte integrante della nostra vita quotidiana.

Gli strumenti di Intelligenza Artificiale sono infatti già presenti nella nostra società e, in un prossimo futuro, è prevedibile che faremo ancora più affidamento sull' IA grazie a meccanismi di auto a guida autonoma, sistemi robotici e medicine personalizzate.

 

In ambito educativo, la pandemia Covid-19, con le conseguenti misure di allontanamento sociale adottate in molti Paesi, ha determinato un'improvvisa accelerazione nell'adozione della formazione a distanza. La sfida attuale è quella di identificare modelli di BLENDED LEARNING che possano adattarsi in modo flessibile alla didattica sia a distanza che in presenza e risultare efficaci in entrambi gli scenari.

 

Attualmente le competenze digitali, non solo quelle relative all'IA, sono quasi completamente trascurate nei curricula degli studenti delle scuole primarie e secondarie italiane. Risulta quindi urgente portare l'IA in tali curricula sia come disciplina di studio (insieme a competenze più ampie di Informatica) sia come strumento pedagogico per migliorare la qualità e l'efficacia della stessa didattica. Questa sfida richiede l'introduzione di nuove metodologie sia per consentire ai giovani studenti di acquisire competenze digitali e consapevolezza dell'IA sia per migliorare l'esperienza di apprendimento attraverso un uso efficace dell'IA stessa.

SMAILE (Simple Methods of Artificial Intelligence Learning and Education) si inserisce in questo contesto in quanto punta a favorire un utilizzo efficace degli strumenti di IA promuovendo una conoscenza approfondita dei suoi principi, codici, caratteristiche e applicazioni.

Per raggiungere questo obiettivo, SMAILE utilizza i codici della Teoria dei Giochi e le tecniche della Gamification e adotta una metodologia educativa che massimizza il coinvolgimento dei bambini in modo che possano prima interiorizzare la conoscenza e poi apprendere l'uso degli strumenti applicativi.

Obiettivi principali

  • Rendere i principi e le tecniche di IA comprensibili ai giovani.

  • Promuovere un uso efficace e responsabile degli strumenti di IA in diverse discipline e applicazioni.

  • Formulare nuovi percorsi di apprendimento nell'educazione all'IA.

  • Contribuire a rendere la città di Torino un punto di riferimento ed un laboratorio per l'educazione all'IA.

  • Rendere disponibili i risultati del progetto di ricerca ad un vasto pubblico, sia a livello nazionale che internazionale.